Axalta is not resposible for content you are about to view

Colorexpert Logo

Gli specialisti delle Porsche nel cuore dei Paesi Bassi

 

In oltre 50 anni di storia, la classica forma della Porsche 911 è rimasta pressoché invariata. La celebre casa automobilistica tedesca, con sede nel distretto di Zuffenhausen a Stoccarda, ha dato vita a modelli storici, molto amati dagli appassionati di auto d’epoca. Uno di questi esemplari si trova da un anno e mezzo nella città olandese di Heteren, dove è oggetto di un restauro a base di prodotti Spies Hecker.

La Porsche 911 Targa degli anni ’70 doveva essere riportata al suo stato originario.

Può succedere: il proprietario della Porsche 911 Targa, immatricolata negli anni ’70, è stato costretto a portare la vettura in officina a seguito di un incidente. Inizialmente sembrava che l’intervento di riparazione dovesse riguardare soltanto la parte anteriore, ma non ci è voluto molto per capire che la situazione era ben più complicata: c’erano anche altri danni, gran parte dei quali non erano riconducibili all’incidente, bensì agli effetti del tempo. Perciò il proprietario ha deciso di regalare alla sua cara vecchia auto un restauro completo. A tale scopo, occorreva innanzitutto riportare il cosiddetto “Modello F” (questo il nome con cui venne prodotta la Porsche 911 fino al 1973) al suo stato originario.

Capita spesso durante le operazioni di questo tipo: alcuni danni presenti sulla vettura – un’auto d’epoca con oltre 45 anni di onorata carriera – sono emersi soltanto a intervento già iniziato.

E rivolgendosi al Porsche Centrum Gelderland, il proprietario non poteva fare scelta migliore: è qui che si trovano gli specialisti delle riparazioni e dei restauri per le Porsche d’epoca. La casa automobilistica ha inaugurato due anni fa a Heteren – nei pressi di Arnhem – il primo Porsche Classic Center al mondo, con tanto di showroom e carrozzeria.

Chi lavora da queste parti se ne intende di 911 datate, e sa benissimo che la durata di un restauro è difficile da calcolare. “Alcuni danni vengono alla luce soltanto nel corso delle operazioni” spiega l’Aftersales Manager Freek Janssen, ammettendo in tutta onestà che la data di consegna originaria è già stata superata. “In questo arco di tempo sono state eseguite molte riparazioni tecniche, ma dobbiamo ancora occuparci dell’abitacolo”. Poco male, perché a Heteren la frenesia è bandita: “Alla fine ciò che conta è il risultato”.

“Molti pezzi di ricambio sono stati riprodotti e adattati dai colleghi”

 

La riverniciatura della Targa è già stata completata. Ora l’auto si presenta in “Azzurro Minerva”, un’elegante tonalità metallizzata tratta dal catalogo Porsche del 1976. In questa fase i verniciatori hanno utilizzato prodotti Spies Hecker: la carrozzeria è stata trattata con Permafleet® EP Primer Surfacer 4400, particolarmente resistente alla corrosione, e Permasolid® HS Premium Surfacer 5310. Per la verniciatura di base è entrato in gioco Permahyd® 280, mentre il tocco finale è stato affidato a Permasolid® HS Clear Coat 8034.

“Complessivamente”, calcola Freek Janssen, “ci sono volute 2.000 ore di lavoro per il restauro, almeno finora”. Alcuni pezzi di ricambio originali erano ormai impossibili da reperire, perciò il team del Porsche Centrum Gelderland si è dovuto ingegnare. “Molti pezzi di ricambio sono stati riprodotti e adattati dai colleghi” spiega Freek Janssen. “Un lavoro certosino, ma in fin dei conti è proprio questo know-how che fa di noi gli specialisti del settore”.

 


Altre Storie